India On Air | Percorsi di musica classica indiana

Spazio Aereo presenta tre serate dedicate alla musica classica dell'India del Nord: un evento al mese, da aprile a giugno 2014, con grandi solisti di questa antica e raffinata tradizione.

Spazio Aereo si sposta in India del Nord per 3 appuntamenti da non perdere!
Cosa hanno in comune Brian Eno, Jon Hassell, La Monte Young, Terry Riley, Autechre ed il tuo gruppo IDM preferito?
Sicuramente le influenze della musica classica indiana, una delle più raffinate tradizioni orali al mondo, che hanno lasciato la loro impronta in una moltitudine di ambiti stilistici.
Sarod e sitar, gli strumenti predominanti tra i cordofoni del continente indiano, saranno i protagonisti di questa serie di concerti di Spazio Aereo dedicati alla musica indostana, accompagnati alle tabla da Stefano Grazia.

Ed ora qualche cenno per meglio entrare in questo discorso musicale, un po' distante dalle nostre abitudini di ascolto, i cui concetti sono tanto complessi e difficili da definire, tanto immediati da cogliere con l'orecchio: i musicisti seguono le regole del Raga, che struttura, organizza e governa l'approccio melodico, e dei tala, i cicli ritmici indiani che fanno un baffo a drum machine e step sequencer, esplorando da secoli con severo approccio algoritmico le infinite suddivisioni temporali della battuta.
Per quanto a primo ascolto possa sembrare monotona nel suo rifuggire da armonia, accordi e contrappunto, la musica classica indiana si schiude in tutta la sua potenza e sofisticata bellezza, non appena permettiamo al nostro orecchio di ascoltarne il suo schiudersi.

PARTHO SAROTHY
Artista di fama internazionale, è considerato come uno degli esponenti di maggior rilievo della musica classica indiana contemporanea, tra i pochi ad avere avuto il privilegio di una collaborazione storica con il leggendario Ravi Shankar, suo guru musicale, come membro permanente nel proprio ensemble musicale con il quale vennero effettuate numerose tournée in Occidente fra cui lo storico Live in Kremlin.
Musicalmente Partho Sarothy si è formato alla scuola di Dhyanesh Khan (figlio di Ali Akbar Khan) per poi successivamente entrare a partire dal 1980 tra i pochissimi allievi selezionati di Ravi Shankar, con il quale ha poi effettuato numerose tournée in Europa e Nord America. A partire dagli anni 2000 ha proseguito la propria carriera artistica come musicista indipendente e come solista esibendosi sia in India che in Europa e America riscontrando un enorme successo di critica e di pubblico. Da diversi anni suona regolarmente anche in Italia, memorabile la sua performance del giugno 2013 alla Fondazione Cini di Venezia.

Inizio concerti ore 21
Entrata 5 euro

-------------------------------------------------

ON LANDAppuntamenti fluttuanti
Venerdì 18 aprile 2014
ore 22.30 o 40 o 50

OMIT FIVE | Presentazione del nuovo album "Speak Random"

Venerdì 18 aprile 2014 alle ore 22 presentazione del nuovo album di OMIT FIVE "Speak Random", per l'etichetta inglese Slam Records!.



In questo quintetto, espressione di un jazz libero e rarefatto, confluiscono elementi della tradizione post-bop statunitense, addolciti dalla sensibilità squisitamente europea del gruppo.
Nella loro giovane formazione, che propone un repertorio originale impregnato di contemporaneità, si intrecciano una scrittura sagace ed una ricerca timbrica e melodica che lascia spazio ad ampi scorci improvvisativi.
LINK

Rosa Brunello - Contrabbasso
Mattia dalla Pozza - Sax Alto
Filippo Vignato - Trombone
Joseph Circelli - Chitarra
Simone Sferruzza - Batteria

Opening act | David Boato vs E:M:A

Ingresso: 3 auro

On Land è serie di eventi a cadenza casuale,
periscopio sulla ricerca dei nuovi linguaggi
e riverbero della loro confluenza con il presente (o poco più avanti).


Comunicazione riservata ai soci ARCI.
x